Nella Sezione amministrazione trasparente sono pubblicati i dati e le informazioni previste dal Decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 “Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni.

Indice

DISPOSIZIONI GENERALI

Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza

  • Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza (PTPCT).
    Centro Marche Acque Srl rientra tra i soggetti di cui all’art. 2-bis, co. 2, del D. Lgs. 33/2013, tenuti ad adottare misure integrative e specifiche per l’anticorruzione rispetto a quelle già previste nel Modello di Gestione e Controllo aziendale conforme al D.Lgs. 231/2001.
    Per i contenuti del presente titolo si rimanda alla sotto-sezione Altri contenuti – Prevenzione della Corruzione

Atti generali

ORGANIZZAZIONE

Titolari di incarichi politici, di amministrazione, di direzione o di governo

BILANCI

Bilancio di esercizio

Provvedimenti

  • Obiettivi sul complesso delle spese di funzionamento

ALTRI CONTENUTI – PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

Prevenzione della Corruzione

  • Piano triennale per la prevenzione della corruzione e della trasparenza
    Centro Marche Acque Srl rientra tra i soggetti di cui all’art. 2-bis, co. 2, del D. Lgs. 33/2013, tenuti ad adottare misure integrative e specifiche per l’anticorruzione rispetto a quelle già previste nel Modello di Gestione e Controllo aziendale conforme al D.Lgs. 231/2001.
    Estratto del Modello di Organizzazione Gestione e Controllo ex D. Lgs. 231/2001:
  • Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza
    Centro Marche Acque Srl ha nominato, in data 30/10/2020 quale Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, l’Ing. Samantha Paesani, in applicazione di quanto disposto dalla delibera del CdA del 20/10/2020.
    Recapiti Responsabile per la Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza:
    Ing. Samantha Paesani
    Telefono: 071 72471
    Atto di nomina
  • Whistleblowing
    Con l’entrata in vigore della Legge 190 del 2012, recentemente integrata e modificata dal D. Lgs. n. 97 del 2016, e con l’approvazione della Legge n. 179 del 2017, è stato introdotto e disciplinato nell’ordinamento italiano un sistema organico di norme in materia di prevenzione della corruzione che prevede, fra le misure da adottare, l’introduzione di un sistema di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti c.d. Whistleblowing.
    In esecuzione del quadro normativo di riferimento, una delle misure di prevenzione previste nella sezione integrativa per l’anticorruzione contenuta nel Modello 231 di Astea prevede, in aggiunta alla modulistica già presente per l’invio delle segnalazioni, l’attivazione di una specifica procedura informatica con garanzia di anonimato per la ricezione delle segnalazioni di condotte illecite da parte del responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, ai sensi dell’art. 1, comma 5 della Legge n. 179/2017.In attuazione di quanto programmato, Astea Spa ha attivato un canale informatico di whistleblowing nell’ambito del progetto WhistleblowingPA promosso da Transparency International Italia e dal Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani e Digitali.
    Il whistleblowing è uno strumento legale a disposizione del lavoratore per segnalare eventuali condotte illecite che riscontra nell’ambito della propria attività lavorativa.

  • Atti di accertamento delle violazioni
    Centro Marche Acque Srl ad oggi non ha rilevato al suo interno alcuna violazione in questione